Ormai la nostra vita è social

Ormai la nostra vita social (e anche quella reale) è stata condizionata dalla parola: ”LIKE”.

Ad alcuni non importa nulla, ma per la maggior parte delle persone sta diventando una vera ossessione.
Non a caso il numero dei like viene anche definito come “vanity number”, cioè più questo numero aumenta e più si alza la nostra autostima.

UN SEMPLICE LIKE?

Ogni giorno sui nostri profili pubblichiamo tanti contenuti, quasi sempre con lo scopo di ottenere più LIKE.

Tutto ciò che commentiamo, scriviamo, pubblichiamo, ha uno scopo lucrativo, OTTENERE LIKE.

Non mi credi? Allora ti faccio una semplice domanda: Preferisci pubblicare una tua foto appena sveglio al mattino con i capelli scompigliati, oppure quando sei a cena vestito elegante?.

La risposta a questa domanda ti farà notare che probabilmente ho ragione à facciamo tutto per ottenere APPREZZAMENTI.

 

 

AMICI VERI?

A proposito di tutti questi apprezzamenti, voglio farti conoscere l’esperimento del mio amico (in realtà non lo conosco, ma dopo questo esperimento lo adoro) Antoine Garrot.

Antoine abitava a Rennes e un giorno decise di non mentire più sui social network.

Da quel momento iniziò a commentare i post altrui dicendo ciò che pensava veramente, cominciando per esempio da alcuni “amici” che postavano foto cercando complimenti.

Ora non ti dirò cosa scrisse in quei commenti (se vuoi saperlo puoi trovarli facilmente su Google), ma ti dirò semplicemente la fine di questo esperimento: Antoine perse metà dei suoi amici (amici virtuali).

 

 

PERCHÉ LO FACCIAMO?

La risposta a questa domanda è molto semplice:

Da quando esistono i social siamo diventati tutti più buoni? No, semplicemente facciamo tutti i complimenti perché ci aspettiamo che poi ci vengano fatti indietro.

Non ho scritto questo articolo per rimproverarti.

Semplicemente voglio farti riflettere sul fatto che stiamo vivendo in un mondo sempre più ipocrita e che forse dovremmo aprire gli occhi e capire che non è importante ricevere falsi apprezzamenti da tante persone, ma è molto meglio avere tanti apprezzamenti dalle poche persone importanti per la nostra vita.

Hai già letto l’ultimo articolo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *