LA BELLA ITALIA

LA BELLA ITALIA

 

Viviamo nel paese più bello del mondo e abbiamo anche il coraggio di lamentarci.
Sono al corrente di tutti i problemi che momentaneamente riguardano il nostro paese.

I problemi economici e politici sono oggigiorno parte integrante del nostro paese, ma forse con tutti questi problemi ci siamo dimenticati anche degli innumerevoli lati positivi.

 

“Il nostro paese è un paese pieno di talenti senza carriere e di carriere senza talenti”.
(Gianfranco Funari)

 

Il lato positivo

Siamo abituati ai giornali che ogni giorno ci propongono tutti i problemi che ci circondano.
Non credi sia il caso di apprezzare anche i lati positivi del bel paese?

Ovviamente una delle armi più potenti che abbiamo è la nostra storia.
In Italia solo per citare qualche numero, abbiamo 54 siti patrimonio dell’Unesco e conteniamo il 51% del patrimonio artistico del pianeta.

 

Grazie alla nostra fantastica posizione geografica abbiamo la maggior biodiversità agro-alimentare al mondo, tant’è vero che su 1250 tipi di mele, 1000 sono italiane (fonte Wall Street Journal Italia).

 

A livello territoriale possiamo vantare fantastici paesaggi che vanno dal mare cristallino pugliese, fino a incredibili catene montuose presenti in tutto il nord Italia.

 

Ovviamente non posso non nominare la nostra grande cultura alimentare.
Siamo o non siamo il paese nel quale puoi mangiare nel modo più vario e buono possibile?

 

Non ti ho ancora convinto?

Allora ti ricordo anche che a differenza di paesi come l’America, l’istruzione universitaria ha costi molto più accessibili e relazionati al nostro reddito (oltre che essere di alto livello).

Infine (potrei andare avanti tutto il giorno) la sanità, pur non essendo sempre efficiente, è accessibile a tutti, a differenza di quello americano presso il quale se non paghi (molto) non ti curi.

 

Qual è il problema?

Qual è il problema che ci colpisce maggiormente secondo me?

LA MANCANZA DI FIDUCIA.

 

Ormai ogni singolo cittadino italiano non crede più nei propri mezzi e in quelli di questo paese.

Sicuramente la politica non ci aiuta, ma non possiamo puntare il dito solamente contro i politici, anzi non dovremo perdere tempo a puntare il dito contro nessuno.

Ciò che è stato fatto ormai è passato, quindi ora tocca a noi singoli cittadini crederci e rimettere in moto questo paese.

Come possiamo sperare che gli altri paesi abbiano fiducia in noi se nemmeno noi ci crediamo?

 

Siamo un paese pieno di talenti, non facciamoci mettere “i piedi in testa” da nessuno.

 

 

Ti ringrazio per aver letto il mio articolo..

Se hai bisogno di chiarimenti scrivimi alla mail: businessoggi.info@gmail.com

Se hai qualche altro minuto, ti invito a leggere il mio articolo su come risparmiare denaro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *