INIZIA QUI

Hai ragione! Si, hai ragione a pensare che tutti i siti di business casualmente hanno una sezione “Inizia qui” e ora ti spiegherò il perchè.

In un mondo complesso come quello degli investimenti, sono in pochi a voler correre dei rischi e per questo i ragazzi che hanno rischiato e sono riusciti in qualcosa, vedono nella vendita della loro conoscenza un possibile business e per questo creano corsi e video-corsi in cui spiegano le tecniche che hanno permesso loro di ottenere buoni risultati a livello economico e non solo.

Io sarò sincero con te e ti dirò che un corso non l’ho preparato ma sto lavorando sodo a un progetto molto interessante che ovviamente ti offrirò gratuitamente qui, su “Businessoggi“.

Nel frattempo ti lascio a una guida su come iniziare un Business…

Fare carriera in un’azienda è sicuramente una grande soddisfazione, ma la sensazione che si prova quando l’azienda è tua e quando costruisci qualcosa che funziona, è ancora più grande. Per tante persone, però, iniziare un business resta solo un sogno relegato in un cassetto perché le difficoltà sembrano essere troppo insormontabili e ci sono altre priorità con cui avere a che fare. Se hai il desiderio di aprire un’ attività ma non sai da dove iniziare, ti voglio dire ciò che potrà esserti utile per lanciarti in questo mondo. Enjoy!

Quando si vuole aprire un’ impresa di qualche genere, non basta avere un’idea o i soldi per farlo, ma bisogna renderla sostenibile e fare un business plan ben fatto che tenga conto di molteplici fattori. Secondo una statistica la metà o poco più delle imprese chiude entro qualche anno. Questo è prova del fatto che aprire qualcosa di nuovo, oltre a non essere facile all’inizio, è difficile anche dopo, se non si usa una strategia. Vediamo qual è l’abcper aprire un’azienda partendo da zero.

Non dare nulla per scontato: un piano

Uno dei motivi per cui molte aziende finiscono col chiudere è che chi le apre ha ottime capacità nel proprio settore, ma poca esperienza imprenditoriale: avere un titolo di studio è una cosa, avere le competenze per gestire e promuovere un’azienda è diverso. La laurea o il diploma dice che la legge ci riconosce un certo livello di competenza. Non ci dice se siamo capaci di fare impresa. E chi insegna nelle università tendenzialmente non fa l’imprenditore. Fare bene il proprio lavoro, insomma, è un buon punto di partenza ed è fondamentale per avere successo, ma non basta, bisogna guadagnare.

Un imprenditore a capo di un’attività commerciale deve essere competente (o ha figure di appoggio) in questi tre ambiti:

  • marketing;
  • produzione;
  • vendita;

In realtà c’è molto di più ma partiamo da qui. Il marketing e le basi di economia e commercio, sono fondamentali. Quanto meno per capire un bilancio e far quadrare i conti. Tutto questo fa parte di un più ampio piano finanziario e imprenditoriale, che permette di andare avanti seguendo una strada precisa in modo da andare nella direzione giusta. In questo modo non ci saranno sprechi di denaro e si rischierà molto meno. Un buon business plan prevede: conti alla mano, obiettivi con delle scadenze, strategie di marketing, studio dei competitor e del relativo settore commerciale.

aprire un’ attività, business plan, imprese, aprire qualcosa di nuovo, aprire un’azienda partendo da zero, piano finanziario e imprenditoriale, aprire un’azienda, apertura di una nuova attività, aprire un’ impresa, per mettersi in proprio, apertura, attività, agevolazioni, sferya

Da zero a un’azienda di successo: determinazione

Avere soldi all’inizio è sicuramente un valido aiuto perché si hanno capitali da investire, anche in figure più esperte di noi che possono dare buoni consigli e colmare le carenze iniziali. I capitali però non sono strettamente indispensabili o, meglio, non sono tutto.

Solamente una piccola percentuale di imprenditori che riescono nei loro obiettivi sono ricchi. Le persone tendono a ricercare la miglior strategia per ottenere risultati. Poi si limitano a usare la prima che funziona avvicinandosi all’aspettativa iniziale. Se funziona poco può voler dire che si può fare meglio.  La “fame imprenditoriale” fa la differenza. L’ambizione, la determinazione, la temerarietà sono infatti elementi indispensabili per aprire un’azienda.

Per una scalata perfetta il marketing è indispensabile

All’ apertura di una nuova attività i clienti sono fondamentali perché equivalgono a soldi in entrata e a un probabile (si spera) passaparola promozionale. Di conseguenza nell’ aprire un’ impresa bisogna considerare di investire (se non si hanno competenze precise) in una buona attività di marketing. Alcune volte i professionisti in questo settore sono costosi, ma meglio investire bene che pagare poco un’attività di scarsi risultati.

Nella scelta è bene guardare i case history dell’azienda a cui ci si affida e le referenze: il marketing oggi va molto di moda e capita spesso di imbattersi in figure che possono anche vantare qualche titoletto, ma che di fatto non hanno reale competenza sul campo.

Pronti a partire? La ricetta giusta

Fai impresa con lo scopo di dare un servizio alle persone guadagnando e non il contrario. Perché le difficoltà ci saranno sempre ma è la nostra volontà a mettere passione che determina con quanta energia supereremo gli ostacoli. Mi raccomando. Hai fatto un business plan ben strutturato? Hai tutte le informazioni su licenze, permessi e, magari, su agevolazioni nella tua regione per metterti in proprio? Desideri fortemente l’ apertura di un’ attività tua? Bene allora direi che siamo carichi abbastanza per procedere. Anche se hai pensato a tutto, qualche rischio c’è sempre. Anche se hai un piano ben fatto. Fare impresa comprende sempre dei rischi, evita in ogni caso grossi debiti per tempi lunghi.

Fai un passo alla volta e guarda bene dove metti i piedi. Chiedi aiuto a chi di competenza se serve. Non nascondere i tuoi errori, perché sono parte della tua evoluzione personale. Per migliorarti devi riconoscerli, ammetterli e farne esperienza. Ricorda che l’imprenditore di successo non finisce mai di imparare e monitorare la situazione, quindi anche se l’azienda va bene, chiediti come puoi fare meglio.

Ricordati che il cambiamento dinamico agisce sempre: è questo il momento giusto per iniziare a cambiare vita.

La guida è merito del sito Sferya che ringraziamo.