Vuoi lavorare nel mondo del digital ma non hai idea di quale servizio offrire o quale prodotto vendere? Vuoi sapere come trovare prodotti da vendere? Nelle prossime righe ti spiegherò un processo semplice per scoprire prodotti per i quali le persone sono disposti a pagare.

QUALE STRUMENTO UTILIZZARE

Lo strumento che andrai ad utilizzare è il caro vecchio (ma sempre utile) sondaggio. Ovviamente non sarà necessario offrire il tuo prodotto domandando alle persone direttamente se lo necessitano, ma semplicemente sfrutteremo lo strapotere del web per semplificare il processo.

Per creare il sondaggio ci appoggiamo all’intuitiva piattaforma di Google chiamata Google Forms.

Google ti mette a disposizione una piattaforma davvero fantastica (e soprattutto gratuita) per creare ed esportare in pochi minuti il tuo sondaggio; Grazie Google.

COME USARE GOOGLE FORMS

Apri il link di Google Forms, clicca su “nuovo” e preparati a creare il tuo sondaggio.

Una volta che avrai creato il nuovo sondaggio, atterrerai su questa pagina:

sondaggio

Nella prima riga scrivi il titolo che vuoi assegnare al sondaggio, poi con il “+” all’interno della barra laterale puoi aggiungere delle domande di vario tipo (aperte, chiuse, ecc).

QUALI DOMANDE FARE

Ora veniamo alla parte più importante dell’articolo, ovvero quali domande devi fare nel sondaggio!

Prima domanda:

“Qual è il tuo più grande problema con …”.
Questa è la prima domanda che devi fare, inserendo però al posto dei 3 puntini il settore nel quale vorresti appunto produrre/vendere un prodotto. Per esempio, potresti scrivere: “Qual è il tuo più grande problema con il Digital Marketing?”. Per questa domanda devi dare la possibilità di scrivere una risposta breve, quindi cliccherai sul “+” e successivamente su questa voce:

sondaggio

Questa è la domanda più importante, dato che ti servirà per capire i bisogni delle persone e quindi è necessaria per rispondere alla domanda: “come trovare prodotti da vendere”.

Seconda domanda:

“Se trovassi una soluzione al problema descritto, quali vantaggi ne trarresti?”.

Questa è la seconda domanda strategica che ti permette di capire al meglio quali sono i benefici che le persone si aspettano di ottenere una volta risolto il problema (ovviamente sarai tu che andrai a creare un prodotto o un servizio che risolvere il loro problema).

Terza “domanda”:

“Aggiungi la tua mail qui sotto se ti piacerebbe essere contattato quando risolverò il tuo problema”.

Questa come puoi vedere non è una domanda, ma è un invito a lasciare la mail. In questo modo non appena avrai creato un prodotto o quantomeno un tutorial per risolvere quel determinato problema, saprai a chi rivolgerti immediatamente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here