Negli ultimi tempi grazie ad Instagram si è diffusa questa parola, ovvero INFLUENCER.

Ma realmente chi è, cosa fa e soprattutto come puoi diventare influencer?

Secondo la definizione: “L’influencer è colui che ha la capacità di influenzare le decisioni d’acquisto di altre persone grazie alla loro (reale o percepita) autorevolezza, conoscenza, posizione o capacità relazionale”.

Come possiamo notare quindi dalla definizione, l’influencer è colui che riesce ad influenzare le persone nel prendere delle decisioni e quindi è facile intuire che il suo lavoro si basa sulla sua reputazione, perché un’influencer con una cattiva reputazione non influenzerà nessuno.

A questo punto potrebbe sorgerti spontanea la domanda: “Ma se l’influencer è colui che influenza le decisioni, anche io potrei esserlo giusto?”.

La risposta a questa domanda è: CERTO.

Quando sentiamo questa parola ci vengono subito in mente i più famosi, come per esempio Chiara Ferragni oppure Gianluca Vacchi, ma in realtà il fatto di avere un grande seguito non è un requisito per essere un’influencer.

Se tu hai un seguito di 1000 persone e 50 di queste seguono i tuoi consigli, allora anche tu, in maniera minore sei un’influencer. A questo proposito ti presento una categoria di persone, ovvero i micro influencer.

Micro influencer

Come puoi notare dalla parola “micro” si capisce che non è necessario avere milioni di followers, ma basta anche un piccolo seguito a patto di essere reputati credibili e affidabili per diventare influencer.


Secondo una ricerca di “influence by the numbers di FULLSCREAN“, le persone si fidano più dei micro influencer che delle celebrity dato che li percepiamo più come nostri amici.

Cosa serve per diventare un’influencer

Come abbiamo visto la quantità del tuo seguito non è il fattore più importante.

L’elemento chiave è la rilevanza, ovvero quanto sei utile (rilevante) per chi ti segue.

Infatti le persone credono e si fidano soprattutto di chi li aiuta o chi gli risolve problemi, in pratica chi è rilevante per le loro vite.

Come creare fiducia

Abbiamo capito che per essere influenti è fondamentale che le persone si fidino di noi, altrimenti il nostro lavoro sarà tutto inutile.

Quindi ora ti sorgerà spontanea la domanda: “Come posso creare un rapporto di fiducia con i miei followers?“.

Secondo “The 2018 Influencer marketing report” sono 3 gli elementi che creano la fiducia in un influencer:

  • Il suo know how in un settore (in pratica la conoscenza dell’influencer in un determinato settore)
  • L’uso diretto e reale di un prodotto o un servizio (quindi i follower credono molto di più agli influencer che utilizzano realmente il prodotto di cui stanno parlando)
  • La capacità di rispondere alle domande dei followers.

Piattaforma

Se vuoi influenzare le persone devi lavorare su una piattaforma che ti permetta di raccogliere un pubblico attorno a te.

Ci sono decine di piattaforme utili a questo scopo. Quello che ti consiglio è di non iniziare ad iscriverti su tutti i social credendo di attirare maggiore attenzione.

All’inizio, soprattutto se sei sconosciuto è meglio scegliere la piattaforma che più si adatta ai contenuti che vuoi pubblicare e al tipo di pubblico che vuoi raggiungere.

Per esempio se vuoi fare video Youtube è ottima, se invece lavori con le immagini puoi puntare magari su Instagram. Inoltre come ho già detto devi tenere in considerazione il pubblico che vuoi raggiungere. Se vuoi attrarre ragazzi giovani ti conviene Tiktok, se invece ti interessano persone over 40 allora potresti pensare a Facebook.

L’importante è che per iniziare scegli una piattaforma e ti concentri su quella. Una volta che avrai raggiunto un seguito accettabile, puoi pensare di espanderti ad un secondo o terzo canale.

Il motivo per cui ti dico questo è che spesso le persone vogliono stra fare senza rendersi conto che essere presenti su più social richiede molto più lavoro ed energie rischiando così di farti mollare tutto. Invece concentrandoti inizialmente su una cosa per poi espanderti successivamente lo sforzo sarà graduale e molto più gestibile riuscendo così a fare un lavoro qualitativamente migliore.

Ricorda che è meglio una cosa fatta bene che tante fatte male.

Conclusione

Se vuoi riuscire ad influenzare le persone ricordati che devi creare un rapporto di fiducia con i tuoi follower ed inoltre devi dimostrarti autorevole. Per fare tutto ciò devi creare contenuti di qualità che nel tempo creino una buona reputazione.

Inoltre, ricordati che all’inizio è meglio che ti concentri su un’unica piattaforma per poi espanderti solo successivamente evitando così di essere sopraffatto dal lavoro.

Se non credi che essere presente sulle piattaforme social sia importante, ti conviene leggere questo articolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here